2014 - ALESSANDRO MANCUSO, le canzoni, i racconti, il teatro

Vai ai contenuti

Menu principale:

2014

Le canzoni > Testi e accordi delle canzoni divise per anno di composizione

LA SEDIALITÀ
(testo e musica Alessandro Mancuso)

N° 115 – Genova, AGOSTO 2014
Dep. SIAE 28/08/2014, n° 142630233

LA             RE
Con un piolo squadrato ed un lavoro d'intaglio, il poggiaschiena incavato e la seduta di paglia
  LA              MI7
e quelle gambe un po' flesse, ma non per vezzo di posa,
       RE                  MI7         LA
ha sopportato gan culi, ha sopportato ogni cosa.
LA             RE
Ci hanno appoggiato una giara e un pesce-spada di gesso, un pentolone di salsa con un lampione dismesso,
  LA              MI7
nel magazzino dell'ANAS, tra una marmitta e una lima,
       RE                  MI7         LA
c'era un motore di barca e l'han buttato là in cima.
      RE                    LA                                MI7             LA
Bambino fatti in là, lasciami lavorare, che sono qui a parlare di sedialità.
LA             RE
Con i braccioli avvolgenti è tutta plastica piena, l'ha disegnata un designers cui doleva la schiena
    LA                               MI7
ergonomia da esaltare, un affermato archistar
          RE               MI7         LA
ma non so come, è finita tra i tavolini di un bar.
LA            RE
Era di vimini quella che preferiva zia Enza per favorire il deflusso di ogni sua flatulenza,
      LA              MI7
ne ho visto una di ferro, per arredare un ufficio,
          RE                  MI7         LA
un fabbro l'ha trasformata nella gabbietta del micio.
      RE                    LA                                MI7               LA
Bambino fatti in là, lasciami lavorare, che qui sto a dissertare di sedialità.
                Sim           LA                      Sim             LA                            MI7             LA
Ma la sedialità è granitica, è pura ontologia di seggiola, essenza, come dire, archetipica
      RE                   LA               MI7     LA      RE               LA         MI7       LA
per sua natura intrinseca, dove la metti sta; persino su una nuvola resta sedialità.
LA                RE
Poi c'è il mio amico che è uno che ha fumato di tutto, se fuma di luna piena dopo ciocca di brutto,
     LA                  MI7
parlava con una sedia e la chiamava Isabella,
       RE                  MI7             LA
ma lei non gli rispondeva e s'è fumato anche quella.
LA                    RE
Per collaudare una sedia un falegname burlone, l'ha messa in equilibrio a sbalzo sopra un burrone,
     LA      MI7
rimase a lungo sospesa, principi fisici strani,
          RE                  MI7         LA
lui si è seduto e da allora lo stan cercando coi cani.
      RE                    LA                                MI7                 LA
Bambino fatti in là, lasciami lavorare, che sono qui a illustrare la sedialità.
LA                     RE
Le sedie davanti a un lago sanno di refrescume, se sono in mezzo a un cantiere di vernice e bitume,
        LA                                    MI7
con quella sedia di mare, han combinato un disastro
              RE                  MI7         LA
l'hanno portata in montagna e il bosco sa di salmastro.
LA                  RE
Uno siede sul bordo come fosse di vetro, l'altro per dondolarsi è stramazzato all'indietro
      LA        MI7
chi ci appoggia la roba perché non ha il comodino,
       RE             MI7         LA
poi ci inciampa di notte e succede un casino.
      RE                    LA                                MI7               LA
Bambino fatti in là, lasciami lavorare, che qui sto a raccontare di sedialità.
                Sim           LA                      Sim             LA                            MI7             LA
Ma la sedialità è granitica, è pura ontologia di seggiola, essenza, come dire, archetipica
      RE                   LA               MI7     LA      RE                      LA             MI7       LA
ci puoi giocare a tombola che sedia rimarrà; non la scalfisce il dubbio sulla sua identità.
                Sim           LA                      Sim             LA                            MI7             LA
Ma la sedialità è granitica, è pura ontologia di seggiola, essenza, come dire, archetipica
      RE                   LA               MI7     LA      RE               LA         MI7       LA
per sua natura intrinseca, dove la metti sta; persino su una nuvola resta sedialità.
     RE               LA         MI7       LA
persino su una nuvola resta sedialità.

Torna ai contenuti | Torna al menu